Post Più Recenti

giovedì 24 settembre 2015

BANDO DI AUDIZIONE
PER LA PRODUZIONE ITALIANA DELLO SPETTACOLO

di Eleanor Bergstein

Regia Federico Bellone

Coreografie Gillian Bruce

Direzione musicale Simone Giusti

28 SETTEMBRE 2015 per DANZATRICI/ATTRICI


A ROMA PRESSO TEATRO ITALIA (Via Bari 18)

DISPONIBILITÀ DA INIZIO NOVEMBRE 2015 A CIRCA METÀ GENNAIO 2016 SU ROMA

SI CERCANO

DANZATRICI in grado di recitare

per il seguente ruolo e sua sostituta/swing

ATTENZIONE:

PER QUESTO RUOLO NON SONO NECESSARIE QUALITÀ CANORE

PENNY JOHNSON (Donna)

Penny è una maestra di ballo cresciuta con Johnny. È una ballerina dotata ed elegante che ha sempre dovuto lottare per diventare la professionista che è oggi.

Per questo ruolo si ricercano eccezionali qualità tersicoree e buone capacità attoriali. È indispensabile altezza, un corpo slanciato e un aspetto molto attraente. Lo studio di balli da sala e latino-americani è benvenuto.

Età scenica: 21-26 anni                  

Altezza: 1,75m-1,80m

Etnia: Caucasica

PRIMA PROVA

Danza
Verranno insegnate delle coreografie sul posto

EVENTUALMENTE A SEGUIRE:

Recitazione

Tutte le candidate sono tenute a preparare a memoria un monologo in lingua italiana (drammatico) della durata massima di 1 minuto e la scena riportata a fondo pagina.

TUTTE LE CANDIDATE SONO TENUTE A PRESENTARSI CON:

  1. Una foto recente in primo piano (formato minimo 13cm x 18cm) e curriculum vitae della lunghezza massima di 1 pagina (no fronte-retro) contenente unicamente: nome, cognome, formazione e, se presenti, esperienze lavorative di carattere artistico professionali (di queste si indichi unicamente: titolo della produzione, ruolo, produzione e regista); 
  2. Un abbigliamento idoneo per l’eventuale prova di danza (Le candidate sono tenute a portare scarpe con tacco e a indossare un abbigliamento che metta in risalto il proprio corpo).
N. B. Le candidate che non si presenteranno secondo le modalità richieste non potranno partecipare all’audizione.

Si avvisano le candidate che in sede di audizione verranno, eventualmente, prese le loro misure per la confezione dei costumi, eseguite riprese video, e scattate fotografie per utilizzo interno o pubblicitario per cui verrà richiesto di firmare una liberatoria.

N.B. Non è richiesta la prenotazione.
Le candidate si presentino alle ore 9.30 al giorno e al luogo indicati sopra.

RISPOSTE A DOMANDE RICORRENTI

La partecipazione alle audizioni è gratuita? Sì.
È possibile assistere alle audizioni senza parteciparvi? No.
È possibile presentarsi all’audizione a un altro orario rispetto a quello assegnato? No.

È possibile presentarsi all’audizione anche se non si ha mai danzato?No.

È possibile presentarsi all’audizione come danzatore-danzatrice e non sostenere la prova di recitazione? No.

È necessario avere un’età minima per partecipare all’audizione?
È necessario aver compiuto 18 anni al 1 settembre 2015. Non c'è limite massimo.

Foto e curriculum vitae verranno restituiti? No.

È previsto l’uso del microfono durante l’audizione? No.
È necessario preparare una coreografia per la prova di danza?
No. Verranno insegnate delle coreografie sul posto.

È possibile recitare un estratto di una durata maggiore al minuto? No.
Quanto tempo impiegherà l’audizione? Un massimo di 9 ore dal proprio orario di convocazione.
Verrà indetto un bando di audizione per la stessa produzione anche altrove o in un secondo momento? No.
È previsto un call-back in una data seguente? No.
Come e quando sarà possibile conoscere l’esito dell’audizione? Si verrà contattati telefonicamente al recapito indicato sulla scheda di partecipazione in sede di audizione, unicamente in caso di esito positivo, entro 25 giorni dall’audizione stessa.
È necessario o utile inviare foto e/o curriculum vitae? No.

Per informazioni: info@dirtydancingitalia.it

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
SCENA 1

(JOHNNY apre una bottiglia di Brandy. BILLY versa del Brandy a Penny. PENNY ha sulle spalle la giacca dello smoking di JOHNNY. BABY è timidamente in disparte.)

JOHNNY
Che cosa pensavi di fare? Se hai un problema, devi parlarne con me.
Ci penso io a te. Saresti dovuta venire subito da me.

PENNY
Scordatelo Johnny, non prenderò i quattro soldi che ti avanzano dallo stipendio.

JOHNNY
Penny, sono affari miei …
PENNY (lo interrompe)
E poi non basterebbero.

(Rimane in silenzio, imbarazzato. Non sa che dire. Penny comincia a piangere)

E’ inutile, non c’è niente da fare.

BABY
Non dire così, c’è sempre una soluzione.

PENNY
Baby, è così che ti chiami? Sai che ti dico Baby, tu non sai un bel niente dei miei problemi.

BILLY
Gliel’ho detto.

PENNY
Dio santo Billy, così adesso andrà a raccontarlo al figlioccio del capo e ci licenziano tutti.
Facevi prima a mettere i manifesti: “Penny è stata messa incinta da quel bastardo di Robbie”

BABY (sconvolta)
Robbie?

JOHNNY (alzandosi)
Ascolta…

BILLY
Baby, uno dei nostri colleghi conosce un dottore, è un primario. Passerà da queste parti un giorno della prossima settimana. Potremmo fissarle un appuntamento, ma ci servono duecentocinquanta dollari.

BABY
Ma se è Robbie non c’è problema, lui i soldi li ha. Sono sicura che se glielo dici …

PENNY
Lo sa già.

(PENNY la fissa in silenzio. BABY si ferma di parlare)

Torna al mondo delle favole, Baby.


SCENA 2
 
(Siamo negli spogliatoi. PENNY sta aggiustando il costume di scena indosso a BABY.)

BABY
Allora devo tenere giù le spalle, su la testa, il braccio sostenuto, stare sulle punte e se poi mi dimentico i passi?

PENNY
Rimani dritta, controlli la posizione e ti fai portare da lui.

BABY
Ho paura di dimenticarmi di tenere lo spot mentre giro e così perdere l’equilibrio e cadere come una stupida. No, non succederà, perché terrò la testa alta, gli occhi aperti, le braccia rigide, su dritta, controllerò la posizione …

PENNY
Grazie, Baby.

(Si guardano commosse)

Volevo dirti che non vado a letto con chiunque … anche se è quello che ti ha detto Robbie.
E’ solo che pensavo che mi amasse, che fosse speciale.
Insomma, ci tenevo a dirtelo.

BABY (Guardandosi il vestito)
Allora, come sto?

PENNY
Ho paura. (Scoppia a piangere) Ho tanta paura, Baby.

BABY (La abbraccia)
Non ti preoccupare, andrà bene, andrà tutto bene.


 

Nessun commento:

Posta un commento