Post Più Recenti

sabato 28 novembre 2015

AL PICCOLO DI MILANO SPECIALE ANTEPRIMA DELLA XVIII EDIZIONE
"JAZZ AL PICCOLO-ORCHESTRA SENZA CONFINI"

LUNEDI’ 30 NOVEMBRE, ORE 21
Presso il Piccolo Teatro – Teatro Strehler, Largo Greppi - Milano, organizzata dall’Associazione Culturale Musica Oggi in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano
LE TRE GENERAZIONI
ENRICO INTRA-PAOLINO DALLA PORTA-MATTIA CIGALINI
Registrazione live del primo CD del trio, che sarà pubblicata da ALFAMUSIC
Mattia Cigalini sax alto e soprano
Enrico Intra pianoforte
Paolino Dalla Porta contrabbasso
Programma: composizioni originali di Enrico Intra, Paolino Dalla Porta, Mattia Cigalini
Introduzione al concerto a cura di Maurizio Franco
 
Questa edizione di Jazz al Piccolo comincia con un’anteprima speciale: un concerto dal quale verrà tratto il primo Cd di un eccezionale trio, che riunisce tre musicisti di differenti generazioni, tutti in piena attività nella scena contemporanea e ormai insieme da quasi quattro anni. Si tratta di un progetto originale, che affonda le sue radici nell’estetica del jazz, ma realizza una musica che rientra nelle tendenze jazzistiche europee e contemporanee. Un gruppo dall’organico cameristico in possesso, però, di un’ampia gamma dinamica che spazia dal sussurro sino a picchi di grande intensità espressiva, che lascia ampio spazio al dialogo improvvisato tra i musicisti basato sul costante ascolto reciproco e sulla più audace improvvisazione. Il repertorio della formazione è basato su composizioni nuove o recenti di Intra, Dalla Porta e Cigalini, dal taglio aperto e dal forte dinamismo. Cigalini fa parte della generazione dei ventenni del jazz italiano, ma ha già raggiunto una maturità espressiva e progettuale che fa di lui un vero e proprio astro nascente della scena europea. Paolino Dalla Porta rappresenta la generazione dei cinquantenni, formatisi negli anni ottanta e giunti a vette di creatività tali da porli ai vertici della scena nazionale. Infine, Enrico Intra, 80 anni appena compiuti, rappresenterebbe la storia moderna del jazz in Italia se la sua inesauribile vena creativa e una vitalità straordinaria non lo ponessero con forza tra i più avanzati e originali musicisti europei. Il gusto per l’avventura musicale e per l’improvvisazione, anche quella totale, ha reso necessario incidere il primo album di questa singolare formazione nel corso di un concerto dal vivo, l’ambito che meglio coglie le caratteristiche della formazione.
Ingresso: 16 euro

Nessun commento:

Posta un commento