Post Più Recenti

domenica 4 gennaio 2015

"LA STRAGE DEGLI INNOCENTI" IL NUOVO ROMANZO DI DANIELE SALERNO
 

23 agosto 1944, una data entrata nella storia di Voghera. Nel pomeriggio improvvisamente il cielo si offusca per l’arrivo di uno stormo aereo. Dal basso si osservano i velivoli con la speranza che siano diretti a Nord, verso Milano, e invece improvvisamente la stiva degli aerei si apre lasciando cadere un centinaio di bombe che si abbattono nel centro di Voghera. Per 70 anni si è pensato che l’obiettivo fossero i ponti ferroviari e stradali sullo Staffora e invece le bombe centrano in pieno Via Cavallotti, piazza Meardi, via Emilia, via De Pretis, corso 27 Marzo. Una strage, con 90 vogheresi vittime innocenti, centinaia e centinaia di case abbattute.

Centrata in pieno anche la sede della Croce Rossa, l’Ospedale Civile, la Casa del Pane. Una città in ginocchio. Non fu un errore, ma una scelta strategica ben precisa, voluta dalle forze aeree americane. Un verità contenuta in due documenti segreti, contenuti in due microfilm, ritrovati negli archivi della Maxwell Air Force Base a Montgomery, in Alabama e pubblicati nel libro “La Strage degli Innocenti”, firmato da Daniele Salerno, in questi giorni nelle librerie di Voghera. I documenti raccontano, minuto per minuto, quanto accadde il 23 agosto 1944. partiti dall’aeroporto di Porretta, in Corsica, alle ore 19,22 ben 24 aerei americani sganciarono 95 bombe radendo al suolo il centro di Voghera. L’obiettivo fu quello di creare, incredibilmente, “blocchi stradali”. Non fu un errore quindi, ma una scelta precisa che cagionò 90 vittime, forse basata su una errata valutazione delle note informative inviate dai servizi segreti Alleati, presenti con due cellule a Casteggio e Cigognola. Nel libro di Daniele Salerno vengono pubblicate le commoventi testimonianze dei sopravvissuti e più di 100 fotografie inedite, molte scattate direttamente dai bombardieri americani e inglesi, che ritraggono una città distrutta. Scoperti anche altri documenti in Germania che raccontano la risposta nazista, con l’invio a Voghera della Luftwaffe per presidiare, con la sua contraerea, la città. Il libro “La Strage degli Innocenti” è il frutto della collaborazione di una equipe di ricercatori internazionali che, per mesi, hanno rovistato negli archivi americani, tedeschi, inglesi e francesi, trovando anche i resoconti delle azioni di “Pippo”, l’aereo che ogni notte si spostava sul cielo di Voghera, mitragliando quando notava una luce accesa. “Un libro per non dimenticare 90 vittime innocenti – commenta Daniele Salerno – e per conoscere la nostra storia”.
(Voghera News)

Nessun commento:

Posta un commento