Post Più Recenti

giovedì 9 maggio 2019


CONFERMATA LA COLLABORAZIONE 
CON FRANCESCO ALIBERTI
MAESTRO DEL CORO DEL
TEATRO CARLO FELICE DI GENOVA

Confermata la collaborazione con il Maestro del Coro Francesco Aliberti, che dopo questo primo anno di esperienza molto positiva per il Teatro, convalida il suo incarico per i prossimi tre anni.

Pianista, clavicembalista e direttore di coro, Francesco Aliberti è nato a Salerno nel 1983, si è diplomato in Pianoforte nel 2004 sotto la guida di A. Mannara con il massimo dei voti, lode e menzione. Diplomato in Didattica della Musica, Musica da Camera, Direzione di Coro, Canto e Composizione, ha conseguito la Laurea in Filosofia col massimo dei voti, lode e menzione.
Attivo nella ricerca filosofica e musicologica, ha pubblicato saggi su Platone, Schleiermacher, Kant, Zarlino e la scuola napoletana di pianoforte, nonché diversi fascicoli di composizioni originali. In particolare Una vita con la musica, saggio presentato in occasione dell’evento culturale Specchi di Mnemosyne al Palazzo di Provincia di Salerno col patrocinio dell’UNESCO per il quale è stato insignito del Premio Anassilaos Giovani 2008 patrocinato dal Consiglio dei Ministri.

Dal mese di ottobre del 2007 ha lavorato presso il Teatro San Carlo di Napoli in qualità di Assistente del Maestro del Coro e Altro Maestro del Coro, collaborando con direttori d’orchestra di calibro internazionale (R. Muti, Z. Mehta, J. Tate, A. Fisch, W. Marshall, B. Campanella, D. Renzetti, M. Benini) alla realizzazione delle produzioni delle stagioni liriche e sinfoniche 2008, 2009 e 2010.

Il Maestro Aliberti, dopo una lunga esperienza maturata in qualità di Assistente e Altro Maestro del Coro sotto la guida dei maestri Sebastiani, Faelli, Ozbic, Caputo, Petrozziello e Carlini, approda al Carlo Felice in qualità di Maestro del Coro all’inizio della Stagione lirico-sinfonica 2018/19.

"Star e insieme nella musica è l'unica via per  approdare a un obiettivo sensato e stabile, rispettando prima di tutto il vissuto delle voci e il messaggio degli autori. Non c'è nota che non profumi di ricerca di un senso nella vita. Posso solo augurarmi che, attraverso un cammino comune, gli uni accanto agli altri, nelle soddisfazioni come nelle difficoltà, al miglioramento della qualità vocale del coro corrisponda sempre la centralità della dimensione umana, di cui il coro, sin dall'epoca dei tragici greci, costituisce una declinazione di vitale rilievo" sottolinea Aliberti.

“Con il M° Aliberti, sottolinea il Sovrintendente Maurizio Roi, abbiamo trovato un giovane Maestro di grande talento che sta lavorando con tutti gli Artisti del Coro per una costante crescita qualitativa.

Su questa strada vogliamo continuare per avere un profilo autonomo e migliorare ancora.”

Nessun commento:

Posta un commento