Post Più Recenti

martedì 30 aprile 2019

VINCITORI PREMIO ANNA PANCIROLLI 2019
O LA BORSA O LA VITA
ASSOCIAZIONE AMICI DI ANNA  

1. Quando è nata la Borsa teatrale e perché?
 A marzo 2001 viene costituita l’ Associazione Amici di Anna www.amicidianna.it  la cui finalità più importante si concretizza con la “Borsa Teatrale Anna Pancirolli”.
 Tutto questo è stato fortemente voluto da me e da mia moglie per onorare la memoria di nostra figlia Anna scomparsa a 24 anni dopo una lunga e inguaribile malattia. Il perché della Borsa Teatrale va ricercato nella scoperta di Anna, durante la  sua malattia, del laboratorio teatrale “Anabasi” diretto da Silvio Castiglioni al CRT di Milano.
Un’esperienza fortemente rivitalizzante per lei: nuove amicizie e nuove forze che le hanno consentito di  affrontare le insidie del male con nuovo spirito.
Ci sembrava giusto, pertanto, poter restituire al teatro quanto questa  affascinante arte le aveva dato, creando un premio teatrale  rivolto a giovani attori, registi e Drammaturghi/sceneggiatori.

In questa gratificante ed affascinante esperienza ho avuto al mio fianco la presenza entusiasta e propositiva di alcuni suoi compagni del CRT che a loro volta hanno spinto altri ad interessarsi dell’Associazione.

2. Nel 2010 avete deciso di estendere il concorso a livello nazionale. Com'è andata, quante opere avete esaminato e chi sono risultati vincitori?
Questa è stata una scelta voluta dopo sei edizioni della Borsa rivolta solo  al territorio lombardo. I lungimiranti consigli di Renato Palazzi e di Fabrizio Fiaschini, e direi di tutti gli amici, mi hanno portato a compiere questo passo. I risultati sono stati al di sopra di ogni aspettativa sia per quantità, che qualità e sono proseguiti nel tempo.
Voglio ricordarne alcuni :
•          2010 -  Vincitore della Borsa: “ Lunanzio e Lusilla” opera teatro farsa di Loris Fabiani
– Vincitore del Premio Enea Ellero per il teatro sociale: “Fatti ad Arte” dell’ Associazione Giorgia di Cremona
– Menzione Speciale della Giuria composta da Giovani Allievi delle Scuole di Teatro di Milano: “Antropolaroid” monologo di e con  Tindaro Granata – Questo spettacolo è stato il trampolino di lancio di Tindaro Granata culminato con l’assegnazione del Premio UBU 2016.
•          2014 – Vincitore della Borsa: Claudia Marsicano e Francesco Alberici con  “Socialmente”
Vincitore del Premio Enea Ellero:  Marta Marangoni con “ Shakespeare, I suppose!”
Vincitore della Menzione Speciale: Gruppo Ziba con  “La Tana”
•          2016- Vincitore della Borsa ex aequo:
Compagnia del Bivacco con “Pi’ Amuri”
e Ass. Le Città Visibili con “Suzanne”.
Menzione Speciale a: Alessio Genchi e Nicola Capogna per  “Speriamo che io me la cavo”


3. Cosa rende differente la Borsa teatrale dagli altri concorsi?
            È un concorso rivolto esclusivamente ai giovani, che non siano professionisti a tutti gli effetti e che sono in quel limbo in attesa di trovare la loro prima e vera affermazione. La Borsa con il suo ammontare di 5000 Euro consente ad un gruppo o meglio ad un singolo di poter affrontare le spese base di produzione, mentre con il progetto “LA BORSA o la vita” si è voluto creare una circuitazione  di alcuni giorni degli spettacoli   vincitori, c/o un teatro milanese (le ultime due a Campo Teatrale). Questo consente agli artisti di poter godere di una certa visibilità in una piazza importante come quella milanese.
Nel 2010 abbiamo voluto creare anche una Giuria giovani, come lo sono i destinatari della Borsa- Per questo abbiamo pensato di reclutarne i membri dalle Scuole di Teatro di Milano.
A loro viene demandato il compito di assegnare la Menzione Speciale.

4. Assieme alla Borsa teatrale, gli Amici di Anna promuovono anche il premio "Enea Ellero". Di cosa si tratta?
Nel 2002, vittima di un pirata della strada, veniva a mancare  Enea Ellero, compagno di Anna del laboratorio “Anabasi”. Visto che avevamo già affiancato alla Borsa Teatrale un Premio Speciale, riservato ad opere di Teatro Sociale, abbiamo voluto intitolarlo con il nome di questo ragazzo che aveva condiviso con Anna quella coinvolgente esperienza.

5. Gli Amici di Anna sono un'associazione no profit? Se qualcuno volesse darvi una mano, cosa potrebbe fare?
La ringrazio per questa domanda, che potrebbe sembrare  una frase fatta, ma questo è un po’ il punto dolens .
Il nostro Statuto prevede che l’Associazione non persegua fini di lucro. È pertanto una associazione no –profit,  ma non può avvalersi della definizione  “Onlus”. 
La nostra attuale struttura organizzativa e le nostre risorse  non ci consentono di poterci  avvalere di questo titolo, che comporta incombenze contabili e fiscali con costi non indifferenti. .
Detto questo l’ Associazione trova il nocciolo duro della sue entrate dalle quote annuali  dei Soci che ammontano ad € 50,00 per quelli Sostenitori e ad € 100,00 per quelli Promotori.- Ma colgo l’occasione per annunciare che il C.D  ha ritenuto di lanciare la quota Socio Junior di € 20,00 annuali  a cui possono accedere giovani al di sotto dei 35 anni  (limite che viene utilizzato anche  a chi deve partecipare alla Borsa)
 Complessivamente da qualche anno il numero è stabilizzato su i 60 soci. Ogni anno ne perdiamo qualcuno e con un po’ di proselitismo ne recuperiamo altri.
Inoltre, nel tempo, abbiamo avuto la soddisfazione di ricevere dei contributi per  progetti presentati a bandi emessi da  vari enti, che ci hanno consentito di ottenere dei finanziamenti per sostenere ed ampliare i nostri programmi.

Ben venga dunque  chi vorrà sostenere le nostre iniziative : gli segnaliamo in calce gli estremi  per effettuare un versamento a titolo di Socio Sostenitore o Socio Promotore o per una donazione. Fiduciosi ed ottimisti abbiamo voluto creare anche la figura del Socio Benemerito che prevede una quota di di € 200,00

Inoltre, attraverso le nostre campagne  di promozione delle selezioni,della Finale, della Festa per Anna e della Circuitazione, sia su supporto cartaceo che sulla ns. pagina web potremmo studiare forme di sponsorizzazione legate ad Enti Pubblici o privati.

Per  versamenti quote Sociali o donazioni:
 ASSOCIAZIONE AMICI DI ANNA
.  C/C   POSTALE N°  30728224
-                     Conto Banco Posta; IBAN  IT03 K076 0101 6000 0003 0728 224

In scena il 2, 3 e 4 maggio
Compagnia La Tacchineria
Potrei amarvi tutti  (Androidi)
Drammaturgia Caterina Filograno
Regia Alessandro Bandini
Con Alfonso De Vreese, Caterina Filograno, Ugo Fiore, Marta Malvestiti e Guglielmo Prati
Con la collaborazione di Cesare Trabace, Riccardo Favaro, Giuseppe Aceto e Martina Sammarco.
Vincitore ex aequo Borsa teatrale Anna Pancirolli 2018

Una festa che continua da sempre e forse per sempre continuerà.  Una festa stagnante in cui sei individui ballano ciascuno al ritmo della propria solitudine, fingendo di celebrare agli occhi degli altri ciò che resta di sé.
Sono esseri umani che non riescono più a piangere, che hanno paura a relazionarsi. Provano fastidio nel guardarsi. Proprio per questo vogliono poter tornare ad arrossire. Cercano un impulso vitale che distrugga il cielo di ovatta che li sovrasta. Chiedono solamente di poter amare; ed è il mare il luogo dove ci si può incontrare, dove lo sguardo si riapre.

Giovedì 2 Maggio ore 21.30
Venerdì 3 Maggio ore 20.00
Sabato 4 Maggio ore 21.30

In scena il 2, 3 e 4 maggio
Compagnia indipendente dei giovani umbri
Almost, Maine
di John Cariani
traduzione di Jacopo Costantini
con Jacopo Costantini, Ludovico Röhl, Giulia Trippetta, Silvia Zora
costumi di Agustina Castellani
regia di Samuele Chiovoloni
Vincitore ex aequo Borsa teatrale Anna Pancirolli 2018 e Vincitore della Menzione Speciale

Almost, Maine è la narrazione per estratti di una cittadina non ben delimitata nello sconfinato e  settentrionalissimo stato del Maine, in un freddo venerdì sera, e delle storie intersecate dei suoi abitanti.


Il testo è Almost, Maine di John Cariani, un vero e proprio best seller del teatro americano contemporaneo. Fra incontri improvvisi, amori laceranti, rimorsi, incomunicabilità e situazioni paradossali gli abitanti di Almost  fanno esperienza della sconfinata gamma di sentimenti che attiene alla grammatica dell’amore.
Un gigantesco dono da restituire, un’aurora boreale da aspettare in un campo di patate, una rubrica delle cose che possono fare male da compilare insieme a una sconosciuta negli spazi angusti di una stireria, un pattino piovuto dal cielo per avvicinare una coppia ormai divisa dagli eventi.
Spaccati di vita ritratti in una istantanea imprecisa, quasi casuale, in bilico fra ordinario e straordinario.

Giovedì 2 Maggio ore 20.00
Venerdì 3 Maggio ore 21.30
Sabato 4 Maggio ore 19.30

In scena il 5 maggio (ore 16)
Opera Liquida
Disequilibri circensi
drammaturgia collettiva
In scena gli attori reclusi ed ex reclusi di Opera Liquida - Casa di Reclusione Milano Opera
Maria Chiara Signorini e Giulia Marchesi
Montaggio drammaturgico e regia Ivana Trettel
Spettacolo Vincitore del Premio Enea Ellero per il Teatro Sociale 2018

Opera Liquida va al circo, è un circo, misura il circo.
Misuro le distanze tra la pista e la realtà. L’incantesimo prende vita.
Noi del circo non siamo parte della società.
Abbiamo un corpo atavico, estraneo, fuori controllo.
Trasgressione, meraviglia, eccesso ci accompagnano.
Trasfiguro la realtà incontrandola, nella sua forma più pura.

Disequilibri circensi è ambientato in un circo, grande metafora del nostro essere in scena, rinchiusi o no. Il circo, gli equilibri, le distanze. Quanto misurano le distanze tra un essere umano e il resto del mondo? Tra me e te? Riconoscerci come acrobati della vita, come animali più o meno addomesticati, come clown in grado di ridere delle proprie miserie. Perché la vita è un viaggio e il circo migrante. In un mondo in continuo movimento, dove la diversità e la migrazione rappresenta il nemico e la paura, noi raccontiamo migrazioni fisiche, emotive, trasformative e vitali. Continui spostamenti. Nel tentativo di affermarne orgoglio e dignità.
Il circo è per sua natura antico e atemporale. La pista è il cerchio dove tutto accade. È ciò che di magnifico e magnificente esiste sotto i riflettori, che se guardato alla luce del giorno appare anche fatiscente, con quello strato di polvere di vita che ne appanna la brillantezza, che ne mette in evidenza lo squallore. Di chi vorrebbe ma non può, di lustrini mal cuciti o invecchiati con il tempo. Questo ci affascina del circo. La sua componente animale. Un atleta è anche un animale, un essere umano lo è, la metamorfosi afferma il suo essere selvatico e addomesticato insieme.

Domenica 5 maggio ore 16
BIGLIETTO 1 SPETTACOLO 10€
BIGLIETTI 2 SPETTACOLI 15€
Campo Teatrale - Via Casoretto 41/A - Tel 02 26 11 31 33
Ingresso Teatro: Via Cambiasi 10
Metro MM2 Udine-Lambrate - Linee di superficie 55-62

ANDAMENTO DELLA  BORSA 2018
Bando di Concorso  Borsa Teatrale 2018-
È stato emesso in rete ai primi di settembre 2017 e si chiuso il 15 di Novembre 2017.
Sono pervenuti  52 progetti  con relativi video .
Dopo quattro sedute   di alcune ore ciascuna ai primi di dicembre, la Giuria composta da
7 membri ha ammesso alle selezioni di Marzo 2018 18 progetti

SONO STATI AMMESSI ALLA FINALE DEL 13 MAGGIO 2018  BORSA TEATRALE ANNA PANCIROLLI
TEORIA DELLA CLASSE DISAGIATA -Collettivo Onar  - Osimo /AN)
THE RIDERE  Compagnia Aronica-Barra - Milano
RISVEGLI MANCATI Giulia Scotti . Ilaria Iemmo - Milano
MAMMA SON TANTO FELICE, PERCHE’...- Angelica Bifano - Sapri (SA)
ANDROIDI di Caterina Filograno - Milano
ALMOST, MAINE - Compagnia Indipendente Giovani Umbri – Perugia
 PREMIO ENEA ELLERO - TEATRO SOCIALE
DISEQUILIBRI CIRCENSI- Compagnia  Opera Liquida  - Opera  (MI)
________________________________________
FINALE  13 MAGGIO 2018          
VINCITORI EX AEQUO BORSA TEATRALE ANNA PANCIROLLI 2018
ALMOST, MAINE – Compagnia Indipendente  Giovani Umbri - Perugia
POTREI AMARVI TUTTI (ANDROIDI ) di Caterina Filograno - Milano
VINCITORE PREMIO ENEA ELLERO 2018 - TEATRO SOCIALE
DISEQUILIBRI CIRCENSI - Compagnia Opera Liquida - Opera (MI)

La Giuria Allievi Scuole di teatro di Milano ha nominato:
VINCITORE DELLA MENZIONE SPECIALE 2018
ALMOST,  MAINE - Compagnia Indipendente Giovani Umbri - Perugia

Nessun commento:

Posta un commento