Post Più Recenti

venerdì 13 aprile 2018

IL MONDO MUSICALE DI RITA MARCOTULLI
E MARIA PIA DE VITO
CIVICA JAZZ BAND
PICCOLO TEATRO DI MILANO

Lunedì 16 aprile, ore 21, presso il Piccolo Teatro Strehler, ultimo appuntamento con Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini, organizzato dall’Associazione Culturale Musica Oggi  in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa.

In programma composizioni di Rita Marcotulli, Maria Pia De Vito, Chico Buarque e altri arrangiamenti di Enrico Intra, Maurizio Giammarco e altri

Introduzione al concerto a cura di Maurizio Franco

Quest’anno l’appuntamento di Orchestra Senza Confini dedicato a uno specifico  mondo musicale non si concentra su un solo musicista, ma sul sodalizio artistico che lega da un quarto di secolo  le due figure più internazionali del jazz italiano al femminile e di cui l’album Nauplia, della metà degli anni novanta, resta forse il documento più prezioso.
Voce “trasversale” e assolutamente contemporanea, Maria Pia De Vito ha saputo unire  nel segno dell’estetica del jazz le sue radici culturali napoletane, lo studio della musica barocca e di quella contemporanea e il talento di autentica improvvisatrice all’interno di un linguaggio non convenzionale. La sua originalità l’ha portata a collaborare con musicisti quali John Taylor, Huw Warren, Gianluigi Trovesi, Paolo Fresu, Giorgio Gaslini, Paolo Damiani, Danilo Rea. Pianista dalla forte personalità, dalla formazione classica e jazzistica, ma dai molteplici interessi, Rita Marcotulli porta elementi rock, pop, ma anche  suggestioni folk in un linguaggio musicale contemporaneo sia nell’improvvisazione che nella composizione. 

Unica donna ad aver vinto il David di Donatello per la musica (2011), recente partecipante al Festival di Sanremo con Max Gazzè, Rita Marcotulli ha suonato con grandi personalità della scena internazionale del jazz, da Palle Danielsson a Peter Erskine, da Joe Lovano a Enrico Rava, Chet Baker, Pat Metheny e molti altri. Il programma del concerto propone brani di Rita Marcotulli arrangiati per la prima volta per big band da Enrico Intra, alcune pagine di Ruas Brasileira, arrangiate da Maurizio Giammarco, ma ripensate per esaltare il legame tra le due protagoniste, e altre pagine originali che fanno di questo concerto una prima assoluta con cui si chiude la XX edizione della rassegna Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini.

Ingresso: 16 euro

Nessun commento:

Posta un commento