Post Più Recenti

martedì 4 aprile 2017

"IL MASCHIO INUTILE"
CON LA BANDA OSIRIS
AL TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO

6/9 aprile | sala Shakespeare
Sandro Berti (mandolino, chitarra, violino, trombone), Gianluigi Carlone (voce, sax, flauto), Roberto Carlone (trombone, basso, tastiere), Giancarlo Macrì (percussioni, batteria, bassotuba), ovvero la Banda Osiris, insieme a Federico Taddia e Telmo Pievani compiono un’analisi tanto esilarante quanto spietata della condizione maschile contemporanea tra parodie cantate pop rock e d’operetta, improbabili lezioni di anatomia, testimonianze “scientifiche” e talk show.


Che cosa significa essere maschi oggi? La condizione femminile è da tempo sotto i riflettori, ma pochi parlano della crisi mondiale del maschio. Antiche certezze si vanno sgretolando. Nell’età della pietra, i maschi facevano i maschi e le femmine facevano le femmine, o almeno così sembra. Adesso è tutto più complicato e si affaccia la novità scientifica sconcertante secondo cui, in natura, il sesso debole è proprio quello maschile. Negli animali non umani si scoprono storie raccapriccianti. In certi pesci, i maschi sono diventati “nani parassiti”, appendici penzolanti dal corpaccione della femmina, scroti ambulanti. Neanche in un film di fantascienza femminista ci sarebbero arrivati. In altri casi ancora le femmine fanno tutto da sole auto-fecondandosi come amazzoni, o cambiano sesso all’occorrenza. Decidono tutto loro. I maschi invece si ammazzano di fatica per farsi scegliere dalle femmine, lottando gli uni contro gli altri o esibendo costosissimi ornamenti. Una vitaccia.

Ne Il maschio inutile i quattro uomini della Banda Osiris decidono per la prima volta di costituire un gruppo di auto-aiuto. Con il contributo di un narratore di storie, Federico Taddia, e di uno scienziato dell’evoluzione, Telmo Pievani, attraversano i gironi infernali della mascolinità. E’ una terapia d’urto, una catarsi. Scoprono così che i loro cromosomi stanno invecchiando, che il corpo maschile è pieno di parti inutili, che per non fare la pipì fuori dal vaso hanno bisogno di una mosca finta dipinta nell’orinatoio, e che in natura c’è veramente di tutto: eterosessualità, omosessualità, bisessualità, transessualità. Insomma, un’esplosione di diversità in cui il maschio tradizionale si sente piccolo e periferico. Poco male: il mondo trabocca di inutilità e gli uomini rientreranno a buon titolo nella categoria del superfluo. A meno che non decidano di smettere di fare i maschi da cartolina, i maschi tutto testosterone. Ecco allora che emerge la domanda fatidica: perché nonostante tutto i maschi sopravvivono? Nella parte finale del loro viaggio, i quattro maschi anonimi scopriranno il segreto scientifico della loro esistenza, che qui non possiamo anticipare. 

Il futuro sta tutto nella diversità e la categoria maschile sarà forse salvata proprio da quei maschi strambi e sorprendenti, un po’ assurdi e teneramente umani, raccontati da Federico Taddia. Essere imperfetti tutto sommato non è così male, la perfezione è noiosissima. La natura ci sta dicendo che “il” maschio non esiste nemmeno. Esistono i maschi, e non ce n’è uno uguale a un altro. Linguaggi differenti come la musica, le storie (tutte vere!), la comicità, la scienza, la satira sociale, conditi da una forte dose di auto-ironia, per la prima volta insieme per raccontare l’evoluzione del sesso e le sue stranezze.

Federico Taddia è autore e conduttore radiofonico e televisivo. Scrive di libri per l'infanzia sul mensile Style piccoli e collabora con il quotidiano La Stampa. Come autore televisivo ha scritto programmi per Disney Channel, Rai, Mediaset e Sky ed è stato autore e conduttore di Screensaver, programma di Raitre. È inoltre uno degli autori del Fiorello Show e collabora al programma di Giovanni Floris, Ballarò.

Dietelmo "Telmo" Pievani è un filosofo ed epistemologo. Dal 2005 è professore associato di Filosofia della Scienza presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca e dal 2007 è vicedirettore del Dipartimento di Scienze umane per la formazione Riccardo Massa e vicepresidente del Corso di Laurea in Scienze dell'educazione. Nel 2012 ha ricevuto la menzione speciale della giuria del Premio Scienza e letteratura-Merck Serono, per il saggio La vita inaspettata. ll fascino di un'evoluzione che non ci aveva previsto.

Con
 Telmo Pievani e Federico Taddia
musica e testi di Banda Osiris, Federico Taddia, Telmo Pievani
produzione Banda Osiris snc

Elfo Puccini, sala Shakespeare - Orari: giov-sab ore 20:30 / dom 16:30 – Durata: 70’ senza intervallo - Prezzi: intero € 32.50 / martedì posto unico € 21.50 / rid. giovani e anziani € 17 – Informazioni e prenotazioni: tel. 02/0066.06.06 - www.elfo.org


Nessun commento:

Posta un commento