Post Più Recenti

domenica 15 novembre 2015

AMORE E ODIO NELL'IMPERDIBILE CLASSICO DEL TEATRO MUSICALE
"CABARET"

Un lampo e un boato...e una parte dell'insegna luminosa Cabaret si stacca dal soffitto ed inizia a penzolare sul palcoscenico...e lì resterà per tutto lo spettacolo.

Così inizia il nuovo musical della Compagnia della Rancia (il terzo allestimento dopo le edizioni del 1992 e del 2007), per la regia di Saverio Marconi, con la partecipazione di Giampiero Ingrassia (il Maestro di Cerimonie) e le performance di Giulia Ottonello (Sally Bowles), Mauro Simone (Cliff), Altea Russo (Fräulein Schneider), Valentina Gullace (Fräulein Kost), Michele Renzullo (Herr Schulz), Alessandro Di Giulio (Ernst Ludwig). Il tutto contornato dal corpo di ballo composto da Ilaria Suss, Nadia Scherani, Marta Belloni, Andrea Verzicco, Gianluca Pilla. Elemento di non poca importanza, la presenza dell'orchestra dal vivo.


La storia narra le vicende delle ballerine e degli avventori del Kit Kat Club, famoso locale berlinese dove tutto è divertimento ed erotismo: in particolare, è la storia d'amore tempestosa tra Sally e Cliff e dell'avvento del nazismo. Primo tempo romantico, lussurioso, ludico, dove vengono presentati i personaggi nella loro superficialità. Secondo tempo tetro, triste e doloroso, dove i personaggi portano a galla il loro vero “io” e dove tutte le maschere esteriori cadono, lasciando intravedere allo spettatore la cattiveria e la sofferenza delle loro misere vite. Il finale fa riflettere e arriva come un pugno nello stomaco.

Tutte le vicende sono raccontate dall'ambiguo e stravagante Maestro di Cerimonie, interpretato dal superlativo Giampiero Ingrassia, già conosciuto all'interno della Compagnia della Rancia per l'interpretazione dello scienziato pazzo in Frankenstein Junior, musical portato con successo in tour per tre stagioni. Giulia Ottonello incarna perfettamente il personaggio di Sally (che fu di Liza Minnelli nel film del 1972), fragile ed evanescente che nasconde la propria sofferenza dietro un'aria da prima donna viziata e arrogante. Tenero anche l'amore tra Fräulein Schneider e l'ebreo Herr Schulz che nel secondo tempo avrà un epilogo tanto inaspettato quanto inconcepibile.


Balletti stupefacenti, voci che risuonano nelle orecchie con la determinazione e la forza della disperazione, coinvolgendo il pubblico in un crescendo di emozioni, trascinandolo nella storia fino al “forte” finale.

“C'è un cencio per sipario che non è un sipario che sale ma un sipario che scende” afferma il Maestro Marconi, mentre tutto lo sfondo è coperto da un tendone rosso sangue che fa intravedere, sul lato destro, l'orchestra che suona dal vivo, composta da Riccardo di Paola (direttore), Tiziano Cannas Aghedu, Adalberto Ferrari, Alessandro Cassani, Martino Malacrida.

Un plauso anche a Michele Renzullo per la traduzione dei magnifici brani (scritti da Fred Ebb su musiche di John Kander), alla coreografa Gillian Bruce (la stessa di “Newsies” e di "Next to Normal"), alla costumista Carla Accoramboni, al supervisore musicale Marco Iacomelli, al disegnatore delle luci Valerio Tiberi e al disegnatore fonico Enrico Porcelli, tutti grandi professionisti che fanno di questo spettacolo un'opera assolutamente da non perdere.

In cartellone al Teatro della Luna di Assago (MI) fino al 22 Novembre 2015, al Teatro Comunale Traiano di Civitavecchia dal 11 al 13 Dicembre 2015, al Politeama di Genova dal 21 al 23 Gennaio 2016, al Teatro Alfieri di Torino dal 26 al 31 Gennaio 2016, il musical “Cabaret” della Compagnia della Rancia è da vedere, da vivere, perché vi farà emozionare e vi cullerà piacevolmente tra le note di brani storici ed interpretati in modo magistrale dai protagonisti, strappandovi persino qualche sorriso. Ma fate attenzione, tenetevi saldi alle vostre poltrone perché nulla è ciò che sembra: l'odio e la follia creano un cocktail micidiale e assurdo, che colpisce improvvisamente, lasciando un segno indelebile in ognuno dei personaggi...e in ognuno di noi.

(Roby)





Nessun commento:

Posta un commento