Post Più Recenti

mercoledì 8 maggio 2019


WORKSHOP XVI EDIZIONE IPERCORPO
FORLI'

19 | dal 28 maggio al 16 giugno 2019
La XVI edizione di Ipercorpo si svolge a Forlì dal 30 maggio al 2 giugno, con appuntamenti anche l'8 e il 16 giugno ed è dedicato alla Pratica quotidiana.

Il programma articolato di Ipercorpo 2019 è curato per teatro e la danza da Mara Serina e Claudio Angelini con la collaborazione di Valentina Bravetti; per l’arte da Davide Ferri con l’assistenza curatoriale di Francesca Bertazzoni e da Davide Fabbri ed Elisa Gandini per la musica.
Teatro, danza e video danza, arti visive, musica che nella pratica di quest’anno si trasferiscono nel centro di Forlì, nel suggestiva Chiesa di San Giacomo e dell’Oratorio di San Sebastiano per permettere i tanto anelati lavori di consolidamento e ristrutturazione della “casa” del Festival, l’Ex deposito delle corriere ATR.

Tra gli appuntamenti del festival, il contest di danza in video La Danza in 1 Minuto, (Coorpi, Coordinamento Danza Piemonte), l’esito del progetto Paesaggio Condiviso che viene restituito dai partecipanti durante una passeggiata (2 Giugno ore 10:30) e aiuta Spazi Indecisi ed EXATR a portare avanti il percorso di rigenerazione e riappropriazione dei beni comuni di Forlì.

Tra le attività del festival diverse possibilità di formazione tra laboratori e worshop rivolti al pubblico e anche ad artisti professionisti.

Generazione gLocale (28 e 29 Maggio all’interno di EXATR) è un laboratorio gratuito di Zona K rivolto ad adolescenti e giovani di seconda generazione per la costruzione della performance in programma a Ipercorpo 2019.

Per la sezione Family CorpoGiochi OFF, laboratorio dedicato a bambini a partire dai 5 anni e adulti, condotto da Cantieri Danza (Fabbrica delle Candele | 2 Giugno, 10.00 - 13.00).
E ancora, tre workshop rivolti ad attori e danzatori professionisti e non che presentiamo qui a giugno, in coda al Festival:

EXATR | dal 5 all’ 8 giugno
Muta Imago
FUORI DAL DOMINIO DEL TEMPO

Come facciamo esperienza del tempo oggi, come singoli e come collettività? In quali maniere la nostra esperienza quotidiana del tempo può aprirsi attraverso l'arte e incontrare le prospettive della scienza e della filosofia? Come creare e condividere una diversa esperienza del tempo attraverso il linguaggio della performance?

Fuori dal dominio del tempo è il tentativo di occupare insieme uno spazio per cercare di uscire dal tempo: per agitarlo, spostarlo, cercare di comprenderne le caratteristiche attraverso uno studio teorico e pratico allo stesso tempo.

Per quattro giorni, dal 5 all’8 giugno 2019, Claudia Sorace e Riccardo Fazi condivideranno con i partecipanti materiali, questioni, tentativi che cercheranno di investigare la natura del tempo attraverso il linguaggio della performance.

Il cuore della ricerca si trova nella zona grigia dove la nostra consapevolezza razionale della non esistenza del tempo incontra la nostra inevitabile percezione di essere completamente immersi in esso. Di quali strumenti mi devo dotare, quali pratiche, quali esercizi devo sviluppare per creare possibili esperienze estetiche e drammatiche intorno al conflitto tra ciò che sappiamo del tempo e il modo in cui lo percepiamo? Questa è una delle domande da cui parte questo percorso formativo, rivolto ad un gruppo di dieci performer professionisti. Il workshop è immersivo e richiede la presenza obbligatoria per i quattro giorni di lavoro previsti, dalle ore 09:00 del 5 giugno alle ore 23:00 dell’8 giugno; i partecipanti saranno compagni di viaggio, esploratori, che condivideranno responsabilità creative e ideative assieme ai membri della compagnia all'interno di un percorso di indagine dagli esiti incerti che l'ultima sera aprirà le proprie questioni al pubblico.

INFO

Conduzione: Claudia Sorace (regista di Muta Imago),
Riccardo Fazi (dramaturg di Muta Imago).
EXATR⎪dalle ore 09.00 del 5 giugno alle ore 23.00 del 8 giugno.
E’ assolutamente indispensabile garantire la totale disponibilità nel periodo indicato.
Ai partecipanti al laboratorio sarà garantito l’alloggio.
Iscrizione entro il 13 maggio con candidatura via mail allegando CV e lettera motivazionale.
Il costo del laboratorio è di €50,00 oltre alla copertura dei costi assicurativi.
Per iscrizioni e informazioni: mutaimago@gmail.com mettendo in copia organizzazione@cittadiebla.com
320.8019226

EXATR | dal 11 al 13 giugno
gruppo nanou
Alphabet: il colore si fa spazio
laboratorio coreografico per danzatori professionisti

Alphabet è un breve dispositivo coreografico capace di evidenziare il procedimento compositivo e mostrare atleticamente il lavoro di scrittura personale dei danzatori in dialogo con gli stimoli coreografici. Corpi unici che si fanno linguaggio. Il laboratorio non ha l’obiettivo dell’insegnamento ma dell’esperimento, della verifica di un linguaggio in continua evoluzione. Un dialogo diretto con danzatori professionisti per la trasmissione del processo di scrittura coreografica di gruppo nanou. La coreografia viene scritta per essere scomposta, evidenziata, resa leggibile, non necessariamente decifrabile eppure evidente, a sostegno degli elementi compositivi comuni quali: spazio, tempo, prossemica. Con il progetto Alphabet si evidenziano gli elementi della complessità coreografica per renderla dialogica. Esporre, svelare il processo creativo / compositivo smantellando strato per strato, raggiungendo la ragione profonda di una scelta di associazione e di relazione che interviene costantemente nella composizione coreografica.

INFO: Iscrizione entro il 25 maggio, con candidatura via mail a organizzazione@cittadiebla.com
allegando CV, e se possibile un video breve tramite youtube o vimeo in cui si evidenzino le peculiarità del danzatore. Il laboratorio è gratuito ma sarà richiesta la copertura dei costi assicurativi.

EXATR⎪dal 14 al 16 giugno
CONTRONATURA
Pratiche e studi sul coro ditirambico

Contronatura è un laboratorio aperto ad attori, danzatori, performer e a persone senza esperienza, pensato per accogliere i partecipanti all'interno della pratica di lavoro sul corpo e l'azione a fondamento della ricerca di Teatro Akropolis.

Il laboratorio è intimamente connesso al progetto Arabesco, un'esperienza stabile a Teatro Akropolis che coinvolge ogni anno un gruppo di persone selezionate per confrontarsi con le potenzialità connaturate a un'esperienza artistica, il coro ditirambico, di cui Nietzsche parla facendo riferimento alle prime manifestazioni espressive alle origini del teatro e della cultura occidentali.

Nel coro le tre categorie che sostanziano l'evento teatrale (attore, autore e spettatore) arrivano a coincidere in chi prende parte all'evento: ciascuno è al contempo colui che agisce, colui che concepisce e organizza l'azione e colui che illumina con il proprio sguardo ciò che accade, traendo da questa visione nuova forza per lo sviluppo dell'azione. Gli attori che prendono parte ad Arabesco conducono un'indagine sulla possibilità, oggi, di confrontarsi con questa prospettiva e di frequentare il problema dell'azione fisica e della relazione nelle arti performative.

Conduzione: Clemente Tafuri (direttore, regista e autore di Teatro Akropolis), Luca Donatiello e Alessandro Romi (performer di Teatro Akropolis)

INFO: Laboratorio aperto ad attori, danzatori, performer e a persone senza esperienza. Iscrizione entro il 10 giugno, con candidatura via mail a organizzazione@cittadiebla.com,allegando CV e foto a figura intera.
Il laboratorio è gratuito ma sarà richiesta la copertura dei costi assicurativi.

LUOGO Workshop Ipercorpo19: Palazzina di EXATR via Ugo Bassi 16
Prenotazioni e candidature: organizzazione@cittadiebla.com - tel. 320.8019226

Nessun commento:

Posta un commento