Post Più Recenti

venerdì 26 aprile 2019


SPECIALE "L'ASCENSORE-UN THRILLER SENTIMENTALE"

SUSPENCE E ROMANTICISMO AL
CESTELLO DI FIRENZE
PRIMA NAZIONALE

Debutto in prima nazionale al Teatro di Cestello per il musical “L’Ascensore - un thriller sentimentale”, successo internazionale proveniente dalla Spagna, nella sua prima versione italiana.

Venerdì 26 aprile i riflettori dello storico teatro di San Frediano, si accenderanno sull’ultimo prestigioso appuntamento del MINDIE, il primo festival del teatro musicale indipendente in Italia (repliche sabato 27 e domenica 28).

In scena 3 big del teatro musicale italiano: Danilo Brugia, Luca Giacomelli Ferrarini e la fiorentina Elena Mancuso.
Dietro le quinte un team creativo di giovani professionisti tutti under 35, a cominciare dal regista Matteo Borghi e dal produttore Giuseppe Di Falco laureato il Pro.Ge.A.S. dell’Universita degli Studi di Firenze.

Ambientato nella New York di oggi, L’Ascensore narra l’incredibile vicenda di Emma, John e Mark. Moglie e marito i primi, intrecceranno le loro sorti personali a quella di Mark, un giovane a cui la malattia ha tolto ogni aspettativa e speranza di vita, pronto a tutto ormai per quell’unica remota possibilità di scampare a un finale che appare ormai già scritto. Il fato si beffa così di tre fragilità diversissime tra loro, rendendole pedine di un gioco tragico dall’esito imprevedibile.

Con soli 3 protagonisti e un pianoforte, in un continuo alternarsi di suspense, romanticismo e colpi di scena, sarà il pubblico a riordinare i pezzi di un confuso puzzle e a capire quale ruolo sta giocando ogni personaggio nella partita a carte contro il destino.
 
Info e prenotazioni: tel. 055 294609 - prenotazioni@teatrocestello.it
Prevendita online: ticketone.it

Vincitore del premio miglior musical off 2017 agli Oscar dei Musical in Spagna, “L’Ascensore - un thriller sentimentale” è scritto e musicato da Josè Masegosa, prodotto da Giuseppe Di Falco per “i perFORMErs - produzioni artistiche” in collaborazione con Altrove Teatro, sarà diretto da Matteo Borghi con la direzione musicale di Eleonora Beddini, le traduzioni delle liriche di Nino Pratticò e i movimenti coreografici di Luca Peluso.

Foto disponibili online: https://bit.ly/2vj404Y

Per info e curiosità: www.lascensoreilmusical.it
facebook.com/lascensoreilmusical
instagram.com/lascensoreilmusical

IL CAST

DANILO BRUGIA
Danilo Brugia è un attore, cantante e doppiatore che nasce a roma 40 anni fa. A 18 anni, dopo molti anni dedicati a giocare a calcio anche a livello professionistico, decide di dedicarsi allo studio del canto e ad intraprendere la carriera del cantante, che lo porta nel 1998 a partecipare per due anni con grande successo alla trasmissione "Carràmba Che Fortuna" accanto alla signora della tv Raffaella Carrà, che lo cresce e lo prepara al mondo della tv. Dopo questa esperienza, nel 2001 partecipa al festival di Castrocaro classificandosi al secondo posto. Unitamente a questo percorso studia recitazione e nel 2004 viene scelto come protagonista del musical "Fame - Saranno Famosi", inconsapevole presagio di quella che da lì in poi sarebbe stata la sua, sinora, brillante carriera. Infatti, nel 2004 viene scelto come protagonista di "Cento Vetrine", soap di grande successo di Canale 5, per la quale viene premiato come miglior attore nel 2008 al Roma Fiction Fest. Successivamente è protagonista di tre fiction targate Rai Uno, "Rossella" (prima e seconda stagione) ed "Il Generale Dei Briganti", più una partecipazione importante in "Provaci Ancora Prof 6". E&rquot; una delle new entry della quarta serie de "Le Tre Rose Di Eva". Durante queste esperienze televisive non perde di vista il musical, interpretando, sempre come protagonista, "Titanic Il Musical" e con sua grande soddisfazione, V Papa Giovanni Paolo II in "Non Abbiate Paura". Da poco ha terminato la tourneé di "Un americano A Parigi". Sul grande schermo è nella pellicola "Non Escludo Il Ritorno", un film sulla vita di Califano. Ora è impegnato nello spettacolo teatrale "Casalinghi Disperati", per la regia di Diego Ruiz, con Nicola Pistoia, Gianni Ferreri e Max Pisu. Inoltre è conduttore, tutti i giorni su radio Crik Crok,  di "VIP...IACE", programma radiofonico di intrattenimento divertente.

LUCA GIACOMELLI FERRARINI
Nato a Villafranca di Verona, figlio del soprano Alida Ferrarini, inizia a studiare a otto anni conseguendo nel 2005 il diploma in Recitazione, Dizione e Arte Scenica al Gymnasium Theatrale Fondazione "Nato a Villafranca di Verona, figlio del soprano Alida Ferrarini, inizia a studiare a otto anni conseguendo nel 2005 il diploma in Recitazione, Dizione e Arte Scenica al Gymnasium Theatrale Fondazione G. Toniolo di Verona, diretto da Luciana Ravazzin, sua prima guida artistica. Successivamente intraprende gli studi universitari all&rquot;Accademia di Belle Arti di Verona, laureandosi nel 2008 a pieni voti in Scenografia e Costume per lo Spettacolo. Il canto, la danza e la recitazione però, continuano ad essere le principali passioni di Luca e lo spingeranno a tentare nuove strade. Si sposta a Milano per frequentare la Scuola del Musical SDM, Accademia delle Arti Performative fondata da Saverio Marconi. Durante il percorso di studi milanesi, ha la possibilità di debuttare alla Scuola d&rquot;arte drammatica Paolo Grassi nell'opera di Tennessee Williams, "Lo Zoo di Vetro", diretto da Marco Iacomelli. Nel 2010 viene scelto da Saverio Marconi per "Cats" di Andrew Lloyd Webber, e "Happy Days - A New Musical", trasposizione teatrale della famosa serie TV, dove interpreta Richie Cunningham. Nel 2012 prende parte al musical "Titanic - Il Racconto di un Sogno", spettacolo celebrativo per i cento anni dall'affondamento del famoso transatlantico accompagnato dalle musiche di Ennio Morricone e diretto da Federico Bellone. Nel 2013 viene scelto da Giuliano Peparini per interpretare il ruolo di Mercuzio in "Romeo e Giulietta - Ama e Cambia il Mondo", opera di Gérard Presgurvic prodotta da David Zard, che gli conseguirà il Premio Nazionale "Sandro Massimini 2015" "per il talento naturale che dà forza e valore ai personaggi interpretati dal giovane performer. In particolare nella grande personalità espressa nell&rquot;interpretazione di Mercuzio, personaggio difficile, complesso, dalle mille sfaccettature, che Giacomelli Ferrarini rende con straordinario acume e capacità interpretativa". Oggi è uno dei performer più apprezzati in Italia. Tra le varie produzioni ricordiamo "Fame, Saranno Famosi" (Nick Piazza) al Teatro Nazionale di Milano, "Next To Normal" (Gabe Goodman) al Teatro Coccia di Novara, "West Side Story" (Tony) inaugurazione della Stagione Lirica 2018 al Teatro Carlo Felice di Genova, "Processo a Pinocchio" (Beppe) al Teatro Sistina di Roma, "La Congiura, Firenze 1478" (Giuliano De’ Medici) all’Opera di Firenze, e due collaborazioni con Renato Zero nei tour nazionali 2016 "Alt in Tour" (Glitter) e 2017 "Zerovskij, solo per amore" (N.N.).

ELENA MANCUSO
Nata a Firenze nel 1986, si forma nella scuola di musical "Arteinscena" di Prato, diretta da S. Marchini e F. Miseria. Successivamente frequenta la scuola di musica "Jam Academy" di Lucca, per poi continuare con studi privati il proprio percorso di formazione in recitazione e canto. Tra alcuni lavori, si ricordano: "Ladies - La Commedia Musicale", "Volta La Carta - Spettacolo Omaggio a Fabrizio De André" e "Il Mio Gesù" di Beppe Dati. Dal 2015 al 2018 è nel cast artistico della rassegna di family show musicali "C’era Una Volta Le Favole", con la direzione artistica di Maurizio Colombi. Nel 2017 prende parte a "La Congiura, Firenze 1478" di Riz Ortolani, al Teatro dell’Opera di Firenze, con la regia di Sandro Querci. Sempre con la regia di Sandro Querci è nel cast delle opere musicali "Revival", "La Pulce Nell’Orecchio" e "Il Barbiere di Siviglia". Interpreta il triplice ruolo de La Sirenetta, Belle e Rapunzel nel musical "Disincantate! e Più Str0nze Del Reame" e attualmente è nel cast della versione ufficiale italiana di "School Of Rock - Il Musical", con la regia di Massimo Romeo Piparo. Da quest'anno è insegnante di recitazione nel corso di musical per teenagers presso la scuola di danza "Il Ramo" di Lodi.

Nessun commento:

Posta un commento