Post Più Recenti

lunedì 5 novembre 2018


LA NUOVISSIMA PRODUZIONE
CON I PIÙ' GRANDI SUCCESSI DEI QUEEN
"WE WILL ROCK YOU"
REGIA DI TIM LUSCOMBE

Da sin.: Colin Mayes, (traduttrice), Gail Richardson, Claudio Trotta, 
Valentina Ferrari, Tim Luscombe.

 
Dopo il grande successo del 2009 e 2010, We Will Rock You, tra i musical più rappresentati al mondo, è finalmente pronto a ritornare sulle scene italiane.

È la storia emozionante di Galileo e di Scaramouche che – insieme ai ribelli Bohemians – in una società futuribile, declinazione possibile di quella attuale, riportano l’Amore, la Musica dal Vivo e la Bellezza al centro della loro vita, con l’innocenza, la determinazione e l’audacia che solo i ragazzi nel loro processo di crescita sanno tirar fuori. I due protagonisti, si ritrovano coinvolti in prima linea nella guerra contro le conseguenze dell’accentramento del potere che vede una sola multinazionale, la Globalsoft, governare il mondo intero.
Per mantenere la propria posizione di dominio, la Globalsoft, ha trasformato tutte le persone del pianeta in consumatori acritici programmando per tutti una vita e un futuro a cui i due ragazzi decidono di opporsi. Una grande storia d’amore: per la Musica, per la Libertà intesa come possibile personale ricerca della Felicità, in generale amore per la Vita.

Il tour parte ad ottobre 2018 e si protrae nel 2019, con show in tante città italiane distribuite su quasi tutto il territorio nazionale.

Non si tratta di una replica del precedente spettacolo ma di una nuovissima produzione - messa in scena da un nuovo cast - concepita appositamente per il nostro Paese da Claudio Trotta per Barley Arts: l'adattamento è stato volutamente ricercato e meticoloso, il testo originale aggiornato ed arricchito, frutto di un lungo e complesso lavoro di "cesellatura" dello script originale da parte di un nuovo team creativo, per oltre due ore e mezza di spettacolo. “Ho deciso che era giunto il momento di presentare We Will Rock You a ideale conclusione di un ciclo di tre anni che mi ha visto prima impegnato a denunciare e combattere il cancro della speculazione che ha colpito l’intera Filiera della Musica dal Vivo con la diffusione ed il proliferare del Secondary Ticketing, poi a raccontare 40 anni di attività con la pubblicazione del mio primo libro NO PASTA NO SHOW e, infine, a fondare SLOW MUSIC, insieme ad un manipolo di appassionati come me, per contribuire a dare un Futuro ai giovani diverso da quello che la nostra società priva di affettività e di visioni riserva a loro. Voglio poter immaginare il mondo sempre più popolato da giovani che, come Galileo e Scaramouche nel nostro spettacolo, decidano fattivamente di opporsi ad un modello di Società che non lascia spazio ai sogni, un modello di Società che non concepisce la diversità e il confronto, non valorizza la bellezza e non mette in primo piano la qualità della vita a partire dalla scellerata distruzione della Madre Terra. We Will Rock You è il racconto di questa speranza. Il futuro non è scritto e dipende da tutti noi.”, così Trotta a proposito di questa nuova avventura che lo vede protagonista.

Il nuovo script è una forte critica al modello politico e affettivo attuale e, nel rispetto dell’aspetto visionario del musical originale, vede i personaggi animati da nuove motivazioni e il mondo che li circonda ha nuove sfaccettature.

La traduzione è di Raffaella Rolla, mentre l’adattamento e l’aggiornamento del testo originale sono a cura di Michaela Berlini, Valentina Ferrari e Claudio Trotta.
La regia, affidata al candidato “Lawrence Olivier Award” Tim Luscombe dà allo show un respiro internazionale valorizzandone i contenuti.

Le musiche e le canzoni sono quelle originali. Sono eseguite rigorosamente dal vivo da un’eccezionale band formatasi per l’occasione dopo la scelta dei musicisti, avvenuta a seguito di numerose audizioni. Le canzoni sono cantate in lingua inglese mantenendo l’adattamento dei testi concepiti per il musical.

L’allestimento scenografico è completamente nuovo, frutto dell’immaginazione di Colin Mayes.

A dipingere le scene, il disegno luci di Giancarlo Toscani.

A governare i suoni Luca Colombo.

A creare dinamicità e azione le moderne, dinamiche e sorprendenti Coreografie curate da Gail Richardson.

La Direzione Artistica e il Vocal Coaching sono affidati a Valentina Ferrari, mentre Riccardo Di Paola è alla Direzione Musicale, Antonio Torella alla Direzione Vocale, Michaela Berlini l’assistente alla regia e acting coach.

Cristina Trotta il Produttore Esecutivo, Andrea Manara è il direttore di produzione e Camilla Maffezzoli la company manager.

Sul palco un cast composto da talentuosi cantanti-attori, selezionati al termine di un lungo calendario di audizioni che hanno registrato un’enorme partecipazione, con candidati provenienti da tutta Italia. Salvo Vinci è stato scelto nuovamente per il ruolo di Galileo e Alessandra Ferrari per quello di Scaramouche. Valentina Ferrari sarà ancora Killer Queen, mentre Paolo Barillari sarà Khashoggi. Claudio Zanelli interpreterà Brit. Presenti anche nel cast del 2008/2009 Loredana Fadda che sarà Oz e Massimiliano Colonna che vestirà i panni di Pop.

Oltre 8 milioni di spettatori, 2700 performance e 12 anni consecutivi di rappresentazioni a Londra: sono questi i numeri di We Will Rock You, il musical che mette in scena 24 tra i maggiori successi dei Queen.

Lo spettacolo originale è stato prodotto da Ben Elton, in collaborazione con Roger Taylor e Brian May. Lo show ha debuttato al Dominion Theatre di Londra il 12 maggio 2002, entrando a pieno titolo nella Top 10 degli show più longevi nella storia del West End.
Un successo che si è rinnovato di stagione in stagione, anche in Italia: da tempo ormai, grazie soprattutto al lavoro e alla credibilità della Barley Arts, il rapporto tra i Queen e il nostro Paese si è fatto sempre più stretto, qualcosa di più della semplice occasione per proporre sporadiche esibizioni.

Nel nostro Paese il musical nella sua prima edizione ha debuttato il 4 dicembre 2009 all’Allianz Teatro di Milano, riscuotendo fin da subito un grande successo di pubblico. Dopo la “data zero”, a Civitanova Marche (il 20 e il 21 ottobre, Teatro Rossini), la nuova stagione del musical andrà in scena nelle principali città: Trieste (dal 25 al 28 ottobre, Teatro Rossetti), Assisi (1 e 2 dicembre, Teatro Lyrick), Bologna (dal 7 al 9 dicembre, EuropAuditorium), Brescia (15 dicembre, Gran Teatro Morato), Montecatini Terme (il 22
dicembre, Nuovo Teatro Verdi), Jesolo (il 10 gennaio, Palazzo del Turismo), Bassano Del Grappa (il 12 gennaio, Palabassano Due), Bergamo (il 18 gennaio, Creberg Teatro Bergamo), Milano (dal 31 gennaio al 3 febbraio; dal 7 al 10 febbraio; dal 14 al 17 febbraio, Teatro Ciak), Genova (dal 21 al 23 febbraio, Politeama Genovese), Roma (dal 27 febbraio al 3 marzo, Teatro Brancaccio), Napoli (il 5 marzo, Teatro Augusteo), Catanzaro (il 9 marzo, Teatro Politeama), Reggio Calabria (l’11 marzo, Teatro Cilea), Catania, (il 13 marzo, Teatro Metropolitan), Bari (il 16 e il 17 marzo, Teatro Team), Firenze (dal 22 al 24 marzo, Teatro Verdi), Padova (29 marzo, Gran Teatro Geox), Torino (il 5 e il 6 aprile, Teatro Colosseo) e Gorizia (il 9 aprile, Teatro Verdi). 

Il calendario completo e aggiornato è disponibile al sito ufficiale https://www.wewillrockyou-themusical.it/date-3/.
Energizer è partner tecnico di We Will Rock You per la stagione 2018/2019.
Sito Ufficiale: www.wewillrockyou-themusical.it Pagina Facebook: www.facebook.com/wewillrockyouitalia/

TOUR ITALIANO 2018/2019
Civitanova Marche - Data zero (sabato 20 e domenica 21 ottobre, Teatro Rossini)
Trieste (da giovedì 25 a domenica 28 ottobre, Teatro Rossetti)
Assisi (sabato 1 e domenica 2 dicembre, Teatro Lyrick)
Bologna (da venerdì 7 a domenica 9 dicembre, EuropAuditorium)
Brescia (sabato 15 dicembre, Gran Teatro Morato)
Montecatini Terme (sabato 22 dicembre, Nuovo Teatro Verdi)
Jesolo (giovedì 10 gennaio, Palazzo del Turismo)
Bassano Del Grappa (sabato 12 gennaio, Palabassano Due)
Bergamo (venerdì 18 gennaio, Creberg Teatro Bergamo)
Milano (da giovedì 31 gennaio a domenica 3 febbraio; da giovedì 07 febbraio a domenica 10 febbraio; da giovedì 14 febbraio a domenica 17 febbraio, Teatro Ciak)
Genova (da giovedì 21 a sabato 23 febbraio, Politeama Genovese)
Roma (da mercoledì 27 febbraio a domenica 3 marzo, Teatro Brancaccio)
Napoli (martedì 5 marzo, Teatro Augusteo)
Catanzaro (sabato 9 marzo, Teatro Politeama)
Reggio Calabria (lunedì 11 marzo, Teatro Cilea)
Catania (mercoledì 13 marzo, Teatro Metropolitan)
Bari (sabato 16 e domenica 17 marzo, Teatro Team)
Firenze (da venerdì 22 a domenica 24 marzo, Teatro Verdi)
Padova (venerdì 29 marzo, Gran Teatro Geox)
Torino (venerdì 5 e sabato 6 aprile, Teatro Colosseo)
Gorizia (martedì 9 aprile, Teatro Verdi)

PREMI E NOMINATION
2003 Olivier nominations 
Best Performance in a Supporting Role in a Musical or Entertainment - Sharon D. Clarke

2003 Theatregoers' Choice Awards nominations 
Best New Musical (WINNER) 
Best Actor in a Musical - Tony Vincent (WINNER) 
Best Actress in a Musical - Hannah Jane Fox (WINNER) 
Best Supporting Actress in a Musical - Sharon D. Clarke (WINNER) 
Best Director - Christopher Renshaw (WINNER)

2004 Helpmann Award nominations 
Best Musical 
Best Direction of a Musical - Ben Elton 
Best Choreography in a Musical - Arlene Phillips 
Best Male Actor in a Musical - Michael Falzon 
Best Female Actor in a Musical - Kate Hoolihan (WINNER) 
Best Male Actor in a Supporting Role in a Musical - Robert Grubb (WINNER) 
Best Female Actor in a Supporting Role in a Musical - Amanda Harrison (WINNER) 
Best Music Direction - Mike Dixon, Brian May and Roger Taylor (WINNER) 
Best Sound Design - Bobby Aitken (WINNER)

2006 Naledi Theatre Awards nominations 
Best Performance in a Musical (Male) - Neels Calsen 
Best Performance in a Musical (Female) - Helen Burger 
Best Comedy Performance (Male) (Play, Musical or Revue) - Malcolm Terrey 
Best Musical Director / Score / Arrangement - Bryan Schimmel 
Best Theatre Sound Design - Mark Malherbe (WINNER)

2007 Dora Mavor Moore Awards nominations 
Outstanding Production of a Musical (WINNER) 
Outstanding Direction of a Musical - Ben Elton 
Outstanding Performance by a Male in a Principal Role (Musical) - Yvan Pedneault Outstanding Performance by a Female in a Principal Role (Musical) - Erica Peck Outstanding Costume Design - Tim Goodchild Outstanding Sound Design/Composition - Bobby Aitken Outstanding Musical Direction - Rick Fox 
Outstanding Choreography in a Play or Musical - Arlene Phillips

CAST E CREW
Salvo Vinci GALILEO 
Alessandra Ferrari SCARAMOUCHE 
Valentina Ferrari KILLER QUEEN 
Paolo Barillari KHASHOGGI 
Claudio Zanelli BRIT 
Loredana Fadda OZ 
Massimiliano Colonna POP

CORPO DI BALLO 
Flavio Tallini Paolo Ciferri Giammarco Capogna Francesco Venezia Beatrice Berdini Jessica Falceri Greta Disabato Gloria Miele

BAND 
Riccardo Di Paola MUSIC DIRECTOR/KEYBOARD 1 
Antonio Torella VOCAL DIRECTOR/KEYBOARD 2 
Roberta Raschellà GUITAR 1 
Federica Pellegrinelli GUITAR 2 
Alessandro Cassani BASS Marco Parenti DRUMS

CREATIVO E PRODUZIONE 
Claudio Trotta PRODUCER 
Cristina Trotta EXECUTIVE PRODUCER 
Tim Luscombe DIRECTOR 
Colin Mayes SET DESIGNER 
Gail Richardson COREOGRAPHER 
Valentina Ferrari ART DIRECTOR/VOCAL COACH 
Michaela Berlini ASSISTANT DIRECTOR/ACTING COACH 
Giancarlo Toscani LIGHT DESIGNER 
Luca Colombo SOUND DESIGNER 
Nunzia Aceto DRESSER & COSTUMES ASSISTANT 
Luna Silva Rosati - Claudia Frigatti HAIR AND MAKE-UP 
Andrea Manara PRODUCTION DIRECTOR 
Camilla Maffezzoli COMPANY MANAGER 
Raffaella Rolla TRANSLATOR 
Jacopo Rossi ASSISTANT PRODUCTION

IL PRODUTTORE Claudio Trotta
Claudio Trotta, fondatore e direttore artistico di Barley Arts, è riconosciuto a livello internazionale come uno dei più importanti promoter di live music, produttore di spettacoli dal vivo e festival in Europa. Nel 1979 Claudio Trotta si diploma presso la Civica Scuola di Arte Drammatica come operatore musicale, trascorrendo un periodo di formazione presso il Teatro alla Scala. In seguito è coinvolto da Lucio Salvini (all’epoca presidente della Ricordi) nel suo progetto Country e Folk Label e diventa il promoter italiano per gli artisti presenti nel roster. Salvini gli affiderà successivamente il ruolo di Direttore Artistico e Direttore Marketing della serie Blues & Rock Project per la Carosello Records. Da qui ha origine il nome BARLEY, come omaggio di Trotta alla sua prima passione, il country e il folk anglosassone. Nei suoi primi 35 anni, Barley Arts ha organizzato migliaia di concerti, di artisti italiani e internazionali, tra i quali AC/DC, Queen, Kiss, Cure, Bruce Springsteen, Tom Waits, Frank Zappa, Lenny Kravitz, Van Morrison, Loreena McKennitt, Ray Charles, Norah Jones, Ry Cooder, Guns N’ Roses, Aerosmith, Chemical Brothers, Mika, Deep Purple, Pearl Jam, Negramaro, Ben Harper, Anderson Paak, Flaming Lips, Fantastic Negrito, White Buffalo, Prodigy, Niccolò Fabi e moltissimi altri. Il 2005 è l’anno dello spettacolo da record di Campovolo prodotto per Ligabue, per lungo tempo lo spettacolo dal vivo più venduto di sempre per singolo artista, con più di 170.000 presenze. Nel corso degli anni, Trotta ha ideato una serie di festival e rassegne di diversi generi musicali e ha prodotto spettacoli per famiglie e eventi di edutainment, come Walking With Dinosaurs e BBC Earth Concerts, Lord of The Dance di Michael Flatley e musical come We Will Rock You. Il 2017 è stato l’anno della lotta contro il secondary ticketing, che ha visto Claudio Trotta in prima linea con la prima conferenza “La Negazione del Secondary Ticketing – Dall’artista al Consumatore”. Lo stesso anno, ha festeggiato i suoi 60 anni regalandosi la sua autobiografia, No Pasta No Show (Mondadori Electa), che ha presentato in una lunga serie di serate speciali in tutta Italia, avvalendosi della compagnia di ospiti appartenenti al mondo dello spettacolo e lasciando spazio alla musica di giovani esordienti di qualità. A gennaio 2018 Claudio fonda Slow Music, associazione culturale che si propone di promulgare un nuovo concetto di etica del lavoro, insieme alla difesa dei diritti del consumatore e degli operatori di settore. Nel 2019 Barley compirà quarant’anni, e si prepara a festeggiarli nel migliore dei modi, iniziando dalle nuove edizioni dello storico musical dedicato ai Queen We Will Rock You – in partenza dal prossimo ottobre – e dal grande ritorno in Italia di Walking With Dinosaurs, il più grande show sui dinosauri al mondo, prodotto dalla BBC.

IL REGISTA Tim Luscombe
Drammaturgo, regista, attore e insegnante di origini inglesi, le sue produzioni sono state viste nel West End di Londra e a New York - a Broadway (Artist Descending a Staircase presso Helen Hayes) e Off Broadway (When she Danced ai Playwrights Horizons). I titoli di regia a Londra includono Easy Virtue (Garrick), Private Lives (interpretato da Joan Collins all'Aldwych), Artist Descending a Staircase (Duke of York), EuroVision (Vaudeville), The One You Love (Ambassadors) e Relative Values (Savoy). Altrove a Londra, Tim ha diretto due volte al Gate Theatre (tra cui Snow Orchid, con Jude Law e Paola Dionisotti), Kings Head (When She Danced), Finborough (The Rat Trap), Jermyn Street Theatre (The Green Bay Tree) e l'Orange Tree Theatre (Hungry Ghosts). Ha anche diretto cinque opere teatrali in Svezia (tra cui Seasons Greetings e Communicating Doors di Alan Ayckbourn), l'Olanda (The Homecoming) e in Giappone. È stato candidato al Lawrence Olivier Award per il suo lavoro come regista nelle produzioni di Easy Virtue e The Browning Version & Harlequinade. Come drammaturgo, la prima opera di Luscombe è stata EuroVision, prodotta da Sir Andrew Lloyd Webber al Vaudeville Theatre nel 1994 con Anita Dobson e James Dreyfus. Più recentemente, ha scritto per il National Theatre Studio (The Schuman Plan), la Royal Court (The One You Love), l'Orange Tree (Hungry Ghosts) e l'Hampstead Theatre. Pig è stato prodotto al Buddies in Bad Times Theatre di Toronto nel 2013, A Map of the Region è stato selezionato per il Premio Bruntwood del Manchester Royal Exchange nel 2011, e il suo adattamento di The Turn of the Screw di Henry James è attualmente in tournée nel Regno Unito. Autore di numerosi adattamenti dell’opera di Jane Austen (Northanger Abbey, Persuasion, Mansfield Park ed Emma), è tornato in scena a Chicago nel 2013 e ha effettuato un altro tour britannico di successo nel 2017. Alcune delle sue opere sono attualmente pubblicate dalle case editrici inglesi Nick Hern Books, Oberon e Stagescripts.

DIREZIONE ARTISTICA E VOCAL COACHING Valentina Ferrari
Cantante, attrice, performer e songwriter, colleziona sin dalla giovane età numerose esperienze formative e professionali in Italia e all’estero, spaziando tra teatro, musica, live, tv, radio. Formazione in campo performatico, studia armonia moderna, basso, chitarra e percussioni. La sua musica è una musica viscerale, mix vulcanico tra istinto ed influenze internazionali (etniche, rock, funk e soul). È lead voice di diverse formazioni musicali. In costante evoluzione e ricerca, è protagonista attiva di sfide artistiche, che contribuiscono alla sua continua formazione e affermazione professionale a 360°. Nel suo percorso artistico vanta numerose collaborazioni ed esperienze in campo teatrale e musicale, tra le quali ricordiamo le sue interpretazioni nel musical Turandot, La regina di ghiaccio – Il musical per la regia di Maurizio Colombi, Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo, prodotto da David Zard e diretto da Giuliano Peparini, Priscilla, la regina del deserto, Hair - Tribal rock musical, per la direzione musicale di Elisa e con le coreografie di David Parsons. Dopo numerose collaborazioni in ambito radiofonico e televisivo, (in programmi quali Crozza nel paese delle meraviglie, Zelig, Domenica In, La Corrida, In famiglia e la fiction Grandi Domani), aprendosi a nuovi orizzonti professionali, approda da quest’anno alla Direzione Artistica e Vocal Coaching della nuova messa in scena di We Will Rock You, di cui sarà anche interprete nel ruolo di Killer Queen. Nel suo lavoro con gli artisti si definisce una Personal Trainer motivatrice, alla ricerca dell’identità e personalità dell’attore, plasmandolo alla giusta interpretazione, nella verità del personaggio e di chi lo interpreta.

COREOGRAFIE Gail Richardson
Gail Richardson compie i suoi studi come performer presso la Italia Conti Theatre School a Londra dove si diploma come ballerina e insegnante in danza classica, modern jazz and tap con la Imperial Society of Teachers of dancing and the Royal Accademy of Dancing. Dopo aver lavorato come ballerina in diverse produzioni inglesi sia nel West End che in tournee in tutto il Regno Unito, approda in Italia per iniziare una carriera come insegnante e coreografa. I suoi lavori più recenti sono Notte prima degli esami (workshop) regia di Saverio Marconi, Sunset Boulevard, Dirty Dancing - The classic story on stage, Fame - the musical e West Side Story, tutti e quattro per la regia di Federico Bellone, The Life, diretto da Alice Mistroni. Ha appena terminato le riprese (come coreografa) per il cortometraggio Italia di Giuseppe Cardacci e ha lavorato su numerosi videoclip musicali e la trasmissione RAI Solletico. È proprietaria, co fondatrice e responsabile danza per l'accademia SDM - La Scuola del Musica e per la scuola Fuori di Danza di Milano, dove lavora anche come insegnante di modern jazz e tip tap.

COSTUMI E SCENOGRAFIE Colin Mayes
Lo scenografo e costumista Colin Mayes si è formato presso la Royal Shakespeare Company, creando progetti per Christopher Columbus ed Escorial, le produzioni inaugurali di The Other Place, Stratford upon Avon e come assistente progettista in produzioni alla Royal Opera House, Covent Garden e English National Opera sotto la guida di Maria Bjornson. I suoi crediti internazionali spaziano da opera, drama e musical a spettacoli di danza e cabaret e includono: Die Zauberflote; Albert Herring; Falstaff; Gianni Schicci e Il Tabarro, per il New National Theatre di Opera City a Tokyo; Les Contes d'Hoffman e La Traviata per il Diva Opera di Cap Ferrat. Mayes lavora regolarmente anche per Mastersingers, impegnato nella formazione di giovani artisti wagneriani. Tra le collaborazioni teatrali ricordiamo la World Premiere di Tess of The D'Urbervilles, che ha anche adattato, per Salisbury Playhouse, Queen of Spades, all’ Hampstead Theatre e La Dispute. La più movimentata esperienza è stata Sogno di una Notte di Mezza Estate, messo in scena come produzione di passerelle tra gli animalisti del Jersey Wildlife Trust. Mayes lavora regolarmente per le principali scuole di drama e accademie di musica di Londra; è Resident Designer per il corso M.A. Musical Theatre presso la Royal Central School of Speech & Drama e docente di Studi sul teatro contemporaneo.

LIGHT DESIGNER Giancarlo Toscani
Inizia la sua attività negli anni ‘80 come responsabile, settore luci e assistente dei più quotati Lighting Designer e Direttori della Fotografia, capi scuola del settore, realizzando programmi televisivi come Festival Bar, Azzurro, super Classifica Show, night Express e tanti altri per Mediaset. Nella sua carriera collabora con i più grandi artisti italiani curando il disegno luci dei loro concerti: Rokets, Miguel Bose', Matia Bazar, Pooh, Anna Oxa Vecchioni, Ron, Spagna, Bennato, Fabrizio De Andre' e Fiorello tra gli altri.

Nessun commento:

Posta un commento