Post Più Recenti

giovedì 11 ottobre 2018


"CHAT A DUE PIAZZE"
QUANT'È' COMPLICATA LA
(DOPPIA) VITA AI TEMPI DI INTERNET...
TEATRO MARTINITT DI MILANO

Scendono in campo i campioni e le risate esplodono al Martinitt. Una testo divertentissimo, veloce e incalzante e un grande cast portano in scena il sequel della famosa commedia “Taxi a due piazze”, riproponendo il tema della bigamia, ma scaraventandolo ai tempi dei social, impietosi. Come un click di troppo ti puo’ rovinare la vita… anzi le due vite. Come se la caverà l’infedele tapino? In scena dal 18 ottobre al 4 novembre.

Dalla sagace penna di Ray Cooney, già autore dell’inaffondabile “Taxi a due piazze”, tra le commedie più longeve in assoluto, ecco un sequel assolutamente da non perdere, dal ritmo quasi infernale. Catapultato ai nostri giorni, il povero taxista bigamo non può più limitarsi “semplicemente”
a programmare con maestria impegni, spostamenti, scuse e bugie per non farsi beccare, ma deve guardarsi dalle insidie di Internet. A beneficio di un pubblico scosso non dal tradimento ma letteralmente dalle risate, il protagonista scoprirà quant’è difficile avere una doppia vita ai tempi di Facebook. E’ sulla piattaforma, infatti, che i profili dei suoi due figli, di mogli diverse e contemporanee, si incrociano, con il rischio concreto e annichilente che l’incontro da virtuale si faccia reale. Sarà la fine? I tempi cambiano, ma nemmeno poi tanto…

CHAT A DUE PIAZZE Categoria Campioni
di Ray Cooney, versione italiana di Luca Barcellona. Regia Fabio Ferrari. Con Antonio Pisu (Mario), Gianluca Ramazzotti (Walter), Alessandra Cosimato (Carla), Sara Adami (Barbara), Claudia Genolini (Alice), Marco Todisco (Giacomo), Paolo Perinelli (il nonno).
Produzione Ginevra Media Prod. Scene Nicola Cattaneo, costumi Elena Palella.

Tutto va a gonfie vele per Mario Rossi, tassista, sposato da vent’anni con due donne contemporaneamente. Mario ha due figli adorabili, Alice da una moglie e Giacomo dall’altra.
Seguendo una precisa pianificazione di orari e turni di lavoro, riesce per anni a nascondere la verità. Fino a quando i suoi due figli si conoscono in chat e decidono di incontrarsi... A questo punto il povero tassista, aiutato dall’amico Walter, cercherà con ogni mezzo di mantenere segreta la sua doppia vita. Ne segue una progressione di equivoci, coincidenze e bugie che, con un ritmo infernale, ci porteranno a un finale inaspettato. Vizi e debolezze umane danno lo spunto per creare un meccanismo irresistibile di situazioni esilaranti.

Info e prenotazioni:
TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano - Tel. 02 36.58.00.10 - Parcheggio gratuito.
Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.
Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 24 euro spettacoli Fuoriclasse, 26 euro spettacoli Campioni. Abbonamenti a partire da 62 euro.

Il Martinitt
Un teatro entusiasta, dai grandi numeri (oltre 40.000 spettatori lo scorso anno e oltre 2200 abbonamenti in 9 stagioni), che crede davvero nei talenti –consolidati o emergenti- della moderna drammaturgia di casa nostra. Riflettori sempre puntati però anche sulla danza. Al quartiere, infine, il Martinitt ha regalato anche il cinema che mancava.

Nessun commento:

Posta un commento