Post Più Recenti

lunedì 29 maggio 2017

UTE LEMPER AL PICCOLO DI MILANO
"SONGS FOR ETERNITY"

Nell’ambito delle iniziative per i 70 anni del Piccolo
25.500 giorni di Teatro.

30 e 31 maggio 2017
Un lavoro appassionato e accurato, condotto da Ute Lemper a partire dal 1987 con un grande progetto discografico, dedicato a compositori di origine ebrea e alla loro musica, straziante testimonianza dell’orrore.

Canzoni dai ghetti e dai campi di concentramento tra il 1941 e il 1944, canzoni sul razzismo e canzoni in cerca di pace: è Songs for eternity spettacolo che Ute Lemper dedica ai bambini ebrei, alle donne e agli uomini che sono stati perseguitati, privati della loro umanità e dignità, denunciati, umiliati, torturati, picchiati e uccisi dai nazisti tedeschi.


“Sono stata invitata il 27 gennaio 2015, il giorno della liberazione di Auschwitz ben 70 anni fa, a cantare canzoni dei Ghetti e dei Campi di concentramento. Per questa commemorazione della Shoa a Roma sono stata contattata da Francesco Lotoro che ha dedicato la sua vita alla ricerca di canzoni e musiche scritte nei campi di concentramento. C’è un ampio repertorio e c’è bisogno che venga ricordato per l’eternità.
Come tedesca, nata dopo la Guerra, sposata ad un uomo ebreo qui a New York da 20 anni, sono da sempre legata alla storia, terribile, dell’Olocausto. E’ mia responsabilità e dovere etico onorare la cultura del popolo ebreo e stimolare il dialogo su questo orribile passato.
Questa è una missione che ho iniziato già nel 1987, quando fui protagonista del grande progetto discografico di DECCA “Entartete Music” che presentava compositori di origine ebrea e la loro musica, bandita dai nazisti. Con “Songs for eternity” questa missione continua, diventando per me sempre più emozionante.

La mia ricerca è continuata e sono stata catturata da queste canzoni e dalle storie che si celano dietro a ognuna di esse. Ho studiato così un libro unico nel suo genere, una raccolta di canzoni di Vevel Pasternak del 1948, che raccoglie canzone dei Ghetti e dei campi di concentramento così come il canzoniere di Ilse Weber, pubblicato in Israele negli anni 90, dal marito sopravvissuto ad Auschwitz. Entrambe le raccolte mi sono state donate dal mio amico Orly Beigel che è per metà messicano, metà israeliano ed è figlio di un sopravvissuto all’Olocausto”. 
 Ute Lemper


Martedì 30 maggio, ore 16
Il fittissimo calendario di iniziative per i 70 del Piccolo Teatro, che ha attraversato tutto il mese, arriva alla conclusione di maggio con due recite straordinarie di Arlecchino in luoghi significativi della città.
Lo spettacolo simbolo del Piccolo Teatro sarà in scena martedì 30 maggio, alle ore 17.30, all’aperto, all’Anfiteatro Martesana, nel Parco che sorge tra i quartieri di Gorla, Turro e Crescenzago, nella zona di via Padova.
A partire dalle 17, lo spettacolo sarà preceduto da un omaggio di Massimo de Vita - direttore del Teatro Officina, con il quale il Piccolo collabora da anni per tendere un filo ideale, artistico ma non solo, tra via Rovello e via Padova - all’arte immortale di Totò.
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Il giorno dopo, mercoledì 31 maggio, alle 20.30, tutta l’energia di Arlecchino va in scena sul palcoscenico di un teatro speciale, il Teatro Puntozero dell’Istituto Penitenziario Minorile Beccaria.

Nessuno spettacolo, al pari dell’Arlecchino servitore di due padroni – la storica regia di Giorgio Strehler in repertorio al Piccolo Teatro dal 1947 – può essere recitato ovunque: nei grandi teatri di tutto il mondo, come anche nelle piccole sale di provincia, al “chiuso” di un palcoscenico tradizionale oppure all’aperto, tra i carri dei comici dell’arte, come fu a Villa Litta nel 1963 e alla Villa Comunale di Milano dieci anni dopo, o sulla pedanina pensata da Ezio Frigerio per la replica straordinaria che si vedrà martedì 30 maggio, alle 16, all’Anfiteatro Martesana.

Le vicende amorose di Clarice e Silvio, di Beatrice e Florindo, le irresistibili gag di Pantalone, del Dottore, di Brighella e Arlecchino, i duelli esilaranti e il pranzo servito “al volo”: il magico mondo creato da Carlo Goldoni regala al pubblico tre ore di puro divertimento, accompagnato dalle musiche di Fiorenzo Carpi eseguite dal vivo. Le scene di Frigerio e i costumi del Premio Oscar Franca Squarciapino aggiungono ulteriore fascino a uno spettacolo senza tempo, che gli attori del Piccolo si tramandano di generazione in generazione, con la gioia di offrire a spettatori di ogni età una serata indimenticabile.

Anfiteatro Martesana (Parco Martiri della Libertà Iracheni vittime del terrorismo)
Martedì 30 maggio, ore 16
Arlecchino servitore di due padroni
di Carlo Goldoni
regia Giorgio Strehler
messa in scena Ferruccio Soleri, con la collaborazione di Stefano de Luca
scene Ezio Frigerio
costumi Franca Squarciapino
luci Gerardo Modica
musiche Fiorenzo Carpi
movimenti mimici Marise Flach
scenografa collaboratrice Leila Fteita
maschere Amleto e Donato Sartori

Personaggi Interpreti
Pantalone de’ Bisognosi Giorgio Bongiovanni
Clarice, sua figlia Annamaria Rossano
il Dottor Lombardi Tommaso Minniti
Silvio, di lui figliolo Stefano Onofri
Beatrice, torinese in abito da uomo
sotto il nome di Federigo Rasponi Pia Lanciotti
Florindo Aretusi, di lei amante Sergio Leone
Brighella, locandiere Stefano Guizzi
Smeraldina, cameriera di Clarice Alessandra Gigli
Arlecchino, servitore di Beatrice,
poi di Florindo Enrico Bonavera
un cameriere della locanda, un facchino Francesco Cordella
camerieri Davide Gasparro, Lucia Marinsalta
il suggeritore Fabrizio Martorelli
suonatori Gianni Bobbio, Valerio Mazzucconi,
Matteo Fagiani, Celio Regoli,
Elisabetta Pasquinelli

produzione Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa

Durata: tre ore con due intervalli

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Piccolo Teatro Strehler (Largo Greppi – M2 Lanza), 30 e 31 maggio 2017
Ute Lemper
Songs for Eternity
Canzoni per l’eternità
progetto artistico Ute Lemper
con Ute Lemper (voce), Vana Gierig (pianoforte), Daniel Hoffman (violino),
Gilad Harel (clarinetto), Romain Lecuyer (basso), Victor Villena (bandoneon)
organizzazione md spettacoli

Orari: martedì ore 19.30; mercoledì ore 20.30.
Durata: un’ora e 30 minuti senza intervallo

Prezzi: platea 40 euro, balconata 32 euro

Informazioni e prenotazioni 0242411889 - www.piccoloteatro.org

News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv 

Nessun commento:

Posta un commento