Post Più Recenti

giovedì 4 febbraio 2016

AL TEATRO SUPERGA DI NICHELINO
"INDACO"
CON LA RBR DANCE COMPANY


Venerdì 5 febbraio h 21:00.

La compagnia veronese di danza contemporanea Rbr Dance Company, con la direzione artistica di Cristiano Fagioli e Cristina Ledri, arriva al Teatro Superga venerdì 5 febbraio con la nuova produzione “Indaco”, prima data della tournée 2016.

Gli illusionisti della danza tornano con una nuova sfida e prova d'autore: “Indaco”, il nuovo spettacolo che coniuga danza, tecnica e massima innovazione nel supporto di speciali effetti video, proiezioni su originali fondali, giochi di luce e soluzioni registiche altamente tecnologiche pensate per il linguaggio coreutico.

Con la regia di Cristiano Fagioli e Gianluca Magnoni, i danzatori di Rbr Dance Company si alterneranno sul palcoscenico apparendo e scomparendo, moltiplicandosi magicamente, grazie ad uno studio accurato di luci e proiezioni che incanteranno il pubblico, che si ritroverà piacevolmente proiettato in un atmosfera rarefatta dalle magiche illusioni ottiche.

Il tutto al servizio di temi universali e coinvolgenti: il rapporto uomo-natura, la ricerca delle proprie origini, il rispetto dell’ambiente e della propria naturalità quale metafora di quella del mondo, in un continuum di istantanee e coreografie emozionali. Tematiche care alla direzione artistica della compagnia che, inserite nel percorso di ricerca che da sempre svolge, pongono l'uomo e la donna di fronte alla natura, madre e nel contempo avversaria, in una dimensione esistenziale sofferta e inesauribile.

Biglietti: platea 23 € - galleria 18 € (sono previste riduzioni)

Informazioni e prevendite biglietti: Teatro Superga, Via Superga 44 – Nichelino (To)

Orario di biglietteria: dal martedì al sabato dalle ore 15 alle ore19 biglietteria@teatrosuperga.it | 011.6279789

Acquisto online su www.teatrosuperga.it e prevendite abituali del Circuito Ticketone

RBR DANCE COMPANY

Cristiano Fagioli e Cristina Ledri, dopo un’intensa esperienza di formazione e di perfezionamento a New York e Parigi, fondano nel 1998 la Rbr Dance Company che prende il nome dalle linee metropolitane di New York che conducevano da Brooklyn dove risiedevano, a Manhattan, un omaggio a quei luoghi in cui è sorta l'idea di creare la compagnia. L'anno successivo RBR si impone immediatamente all'attenzione di un pubblico vasto e dalla critica più attenta con la coreografia “Bicycle 2000”, creata per i Campionati Mondiali di Ciclismo a Verona. Con questa creazione ottiene l'importante riconoscimento internazionale del Premio Positano Danza Leonida Massine e viene subito riconosciuta dal MiBACT.

Nello stesso anno, debutta ufficialmente a Roma con lo spettacolo “RBR Show”.

Nel 2001 viene invitata ad alcune trasmissioni televisive sulla RAI tra cui: Notte di Fiaba, e 88°Giro d'Italia. Successivamente realizza gli spettacoli “Nel Tempio delle Due Muse” presso il Teatro Olimpico di Vicenza e “Carmina Burana” al Teatro Comunale di Lonigo.

Dal 2004 al 2014 molte sono le produzioni che circuitano con successo in Italia e all'estero: “Abyss”, “Open Space” (tour Messico), “Blue Two” in co-produzione con il Teatro Bellini di Catania, “Statuaria”, “Show System”, “4” in prima Regionale al Teatro Petruzzelli di Bari, “la Natura e l'Amore” con i Virtuosi Italiani, “Varietas Delectat” rappresentato al Teatro dell' Hermitage di San Pietroburgo, “Giulietta e Romeo l’amore continua…” e “Mosaico”.

Tra i vari Premi e Riconoscimenti ricordiamo: Premio Hesperia, Premio Internazionale Re Manfredi, Riconoscimento Premio Michelangelo.

Rbr Dance Company è una compagnia dallo stile unico che unisce coralità lirica a una tecnica ineccepibile, stupendamente in equilibrio tra eleganza, poesia, energia fisica, sempre alla continua ricerca del preziosismo del dettaglio. La sua capacità è di evocare atmosfere oniriche, fantasiose, ipnotiche, facendo interagire i danzatori con costumi, oggetti, giochi di luce e proiezioni. Il risultato è un lavoro pieno di bellezza e fantasia.

Dichiarazioni di Cristiano Fagioli

INDACO è il colore che avvolge il nostro pianeta, simbolo di spiritualità e risveglio interiore, offre spunti che si allineano con il concept di Expo2015: il rispetto per il pianeta, la cura dell’ambiente in quanto anima del mondo, l’attenzione ai bisogni più autentici dell’uomo.

La danza è un linguaggio universale, accessibile a tutti, più o meno comprensibile in base agli stili, ma di sicuro il punto di forza è che sa emozionare e quindi arrivare direttamente al cuore. In INDACO tutto scorre, tutto evolve nel silenzio, un messaggio di armonia con la Natura che parte dal rispetto degli essere viventi animati e inanimati.

Tutto ispira RBR: la Natura, l’arte, la musica, ogni sensazione è fonte di ispirazione, nasce nel profondo, vibra. I danzatori improvvisano, creano un disegno armonico e globale che traccia colori dalle infinite tonalità, sfumando, sovrapponendo, modificando, fino a comporre la tela.

Il risultato tecnico e visivo sarà sorprendente: grazie a particolari fondali trasparenti e proiezioni innovative, i danzatori si alterneranno sul palcoscenico moltiplicandosi magicamente, grazie ad uno studio accurato delle luci che incanterà il pubblico, il quale si ritroverà piacevolmente proiettato in un’atmosfera rarefatta dalle magiche illusioni ottiche.

Le musiche sono inedite create appositamente per lo spettacolo dai Maestri Virginio Zoccatelli e Diego Todesco: lo stile contemporaneo/new age si sposa perfettamente con lo stile della compagnia originando vere e proprie ispirazioni coreografiche.

Direzione artistica Cristiano Fagioli e Cristina Ledri
Con Alessandra Odoardi, Ylenia Mendolicchio, Elena Borile,
Jonathan Castillo, Leonardo Cusinato, Daniel Ruzza
Coreografie Cristiano Fagioli, Alessandra Odoardi, Ylenia Mendolicchio,
Leonardo Cusinato, Daniel Ruzza
Assistente alla coreografia Alessandra Odoardi
Musiche Virginio Zoccatelli e Diego Todesco
Video Scenery Design Gianluca Giangi Magnoni, Diego Rossi, Alessandro Ottenio
Testo tratto ed ispirato dall’opera di Carl Sagan "Pale Blue Dot: A Vision of the Human Future in Space” per la traduzione del Dott. Bruno Moretti Turri
Regia Cristiano Fagioli e Gianluca Giangi Magnoni

NUOVA PRODUZIONE


Nessun commento:

Posta un commento